L'IA ridisegna il panorama turistico: vantaggi per viaggiatori e destinazioni | Almawave
x icon pop up SCOPRI DI PIÙ

Cerca sul sito

Non hai trovato quello che cercavi?

Woman on vacation taking photographs

Intelligenza Artificiale

11 luglio 2024

L'IA ridisegna il panorama turistico: vantaggi per viaggiatori e destinazioni

L’IA generativa sta riscrivendo le regole del gioco nel mondo del turismo. Non si tratta solo di miglioramenti, ma di una vera e propria rivoluzione.

Pianificare itinerari, raccogliere informazioni, ottimizzare ogni momento del viaggio: tutto diventa più semplice e coinvolgente per il turista. Allo stesso modo raccogliere e analizzare i dati, ottimizzare il marketing e gli investimenti, diventeranno azioni alla portata di qualsiasi destinazione e operatore turistico.

Con l’avvento dell’intelligenza artificiale generativa nel turismo, ci siamo trovati proiettati anni luce in avanti.

L’IA sta riscrivendo le regole del gioco a una tale velocità da lasciare sbalorditi anche i massimi esperti. Non ci sono limiti alle possibilità offerte da questa tecnologia nel mondo dei viaggi, sia per i turisti che gli operatori.

Inutile dire che tutti i più grandi player, sia dell’industria turistica che del mondo tech, si sono già mossi per capitalizzare sulle nuove opportunità a cui l’intelligenza artificiale ha aperto la strada.

  • Google ha annunciato che presto rilascerà un assistente di viaggio iper-personalizzato. Un compagno di viaggio virtuale che conosce i gusti del viaggiatore meglio di chiunque altro.
  • Meta ha già rilasciato una nuova versione di Meta AI, l’assistente virtuale basato su intelligenza artificiale generativa, che presto sarà disponibile su tutte le sue applicazioni in ogni parte del mondo.
  • Airbnb integrerà appieno GPT-4 e l’IA sarà presto al centro dell’intero prodotto e dell’esperienza utente – sia per i viaggiatori che per gli host.
  • Booking.com, il grande portale di prenotazioni turistiche, ha lanciato nel 2023 un assistente virtuale conversazionale per aiutare gli utenti a organizzare il viaggio. La stessa cosa hanno fatto Tripadvisor, Kayak ed Expedia.

Questi sono solo alcuni dei colossi mondiali che hanno scelto di integrare l’IA nei propri servizi.

Anche il Gruppo Almawave da anni è impegnato nello sviluppo e l’implementazione dell’intelligenza artificiale nel mondo del turismo, per migliorare l’esperienza dei viaggiatori e il business degli operatori.

L’obiettivo è quello di abilitare il processo di digitalizzazione del settore turistico e culturale in ottica data-driven; l’adozione di tecnologie e soluzioni di intelligenza artificiale può rendere infatti i dati accessibili, fruibili e interpretabili per qualsiasi tipo di operatore e organizzazione.

Vediamo quali sono le applicazioni più comuni dell’IA nel mondo travel e quali strumenti sono già a disposizione per le istituzioni e le aziende del settore.

Back side of Young Asian traveling women walking and looking in

Viaggiatori: tutte le soluzioni e i vantaggi dell’IA

Dal punto di vista della pianificazione del viaggio, l’IA offre già molte soluzioni ai viaggiatori. Chat, assistenti virtuali, e portali corredati di nuove funzionalità intelligenti possono essere utilizzati per selezionare una destinazione, trovare ispirazione e idee in base alle proprie necessità e preferenze.

Phocuswright, una delle realtà più importanti a livello globale nelle ricerche del mondo del turismo, nel suo ultimo studio GenAI and Emerging Tech Use Among Travelers, ci dice che tra il 13 e il 22% dei viaggiatori ha già fatto uso di questa tecnologia, sia in Europa che in America, per pianificare le vacanze.

In questo senso, Almawave si sta muovendo con rapidità per facilitare e ottimizzare l’accesso e la fruizione dei servizi turistici e culturali da parte di cittadini e turisti.

Tra gli strumenti messi in campo per sfruttare le possibilità offerte dall’intelligenza artificiale per i viaggiatori troviamo:

  • Assistente virtuale: una soluzione che semplifica l’offerta di informazioni turistiche e culturali per cittadini e turisti, l’acquisto o la prenotazione dei biglietti per luoghi, tour ed eventi d’interesse. Si può integrare con le più diffuse piattaforme ed è altamente personalizzabile con i dataset d’interesse. In questo modo le persone hanno a disposizione un assistente intelligente 24/7, con cui dialogare in modo naturale nella propria lingua.
  • Information Discovery: grazie alle tecnologie IA viene reso interrogabile, «aperto» e digitalizzato il patrimonio culturale e turistico del territorio grazie alla ricerca dei contenuti sui vari portali e domini.

Questi servizi trovano immediata implementazione nella realtà territoriale.

Ad esempio, un importante ente turistico italiano ha scelto la tecnologia Almawave per preservare e valorizzare in modo accessibile e inclusivo il suo patrimonio multimediale di contenuti culturali.

Il risultato è un motore di ricerca trasversale di tipo semantico e ontologico per fruire al meglio delle informazioni sul patrimonio culturale dell’ente. Una piattaforma multiservizi dove i documenti multimediali sono automaticamente sottotitolati, vocalizzati e tradotti.

Questo rende il materiale alla portata di tutti, compreso il pubblico internazionale e i portatori di disabilità sensoriale.

Tourism planning and equipment needed for the trip on map

Aziende e istituzioni: cosa cambia con l’avvento dell’IA

Come abbiamo visto oggi tendiamo a vedere l’IA implementata soprattutto nel frontend di molte soluzioni per i viaggiatori. Ma non possiamo dimenticare che è spesso il motore che alimenta anche moltissimi strumenti e prodotti per le imprese e le istituzioni.

Gli operatori e le destinazioni turistiche potranno beneficiare enormemente dell’intelligenza artificiale per ottimizzare l’esperienza dei viaggiatori, snellire le operazioni interne, analizzare grandi quantità di dati e definire un’offerta più completa e in linea con i viaggiatori.

Il settore alberghiero sarà tra quelli che otterranno più benefici dall’utilizzo dell’intelligenza artificiale.

L’intelligenza artificiale può aiutare in modo massiccio il servizio clienti. – ha dichiarato Brian Chesky, fondatore di Airbnb – Le persone non se ne accorgeranno nemmeno. Penseranno: “Oh mio Dio, il loro servizio clienti è fantastico“.

Da questo punto di vista le soluzioni e i prodotti di Almawave e delle aziende del gruppo sono esemplificativi. Vediamo quelle principali per capire i vantaggi:

  • D / AI Destinations: questa piattaforma ideata e sviluppata da The Data Appeal Company – Gruppo Almawave, è un prodotto di destination marketing & management all-in-one che mette al centro la raccolta e l’analisi di migliaia di dati in tempo reale relativi al territorio e alle sue attività. L’obiettivo è quello di aiutare DMO e PA a prendere decisioni più informate e, in ultima analisi, rendere la destinazione turistica più attrattiva e sostenibile. L’intelligenza artificiale permette di condurre approfondite analisi semantiche, restituire KPI proprietari e fare analisi storiche o predittive accurate. ENIT, il Sud Africa, la Regione Piemonte, il Veneto, Baden Baden, Newcastle e molte altre realtà internazionali utilizzano questo strumento per monitorare le performance della destinazione, comprendere meglio i visitatori e superare i competitor.
  • D / AI Coach: anche questo prodotto sviluppato da Data Appeal sfrutta l’intelligenza artificiale per aiutare imprese dell’hospitality e del F&B a ottimizzare la presenza online e le performance. Lo strumento comprende un sistema di gestione in tempo reale delle recensioni online corredato da un risponditore automatico basato su IA generativa.
  • Digital Monitoring: Comprendere la percezione, i punti di forza e di debolezza è essenziale per enti e destinazioni. Questa soluzione permette di raccogliere in tempo reale migliaia di contenuti e recensioni pubblicati su oltre 130 fonti online e analizzare il Sentiment.
  • Channel Management: la soluzione con un front-end unico per il customer care integrato multicanale dell’ente turistico. Include una barra telefonica e vista unica del cliente per avere il pieno controllo della chiamata, la classificazione semantica del contatto con possibilità di ricerca integrata nella Knowledge Base, uno shortcut custom delle informazioni con icone dedicate e risposte personalizzate.
  • DSS per Operatori Turistici: sistema computerizzato per operatori turistici che, grazie a tecnologie di intelligenza artificiale come Data Mining, Natural Language Processing e Location Intelligence, fornisce KPI e indici a supporto dei processi decisionali di enti e operatori del turismo. In questo modo è più semplice analizzare domanda e offerta per programmare investimenti e orientare attività di marketing territoriale.
Young couple looking at map while on vacation during summer together

Il futuro è già qui

Vista l’enorme diffusione che gli strumenti basati sulla GenAI stanno già conoscendo nel mondo del turismo, è facile intuire che il futuro di questo settore sarà profondamente segnato da questa tecnologia.

Destinazioni e organizzazioni hanno molto da guadagnare soprattutto sotto due importanti punti di vista:

  • Data analysis: per sua natura, la GenAI è in grado di essere addestrata sulla base di quantità massicce di informazioni e generare in pochi secondi insight, informazioni e indicazioni di valore per aiutare le destinazioni e le istituzioni a prendere decisioni più oculate.
  • Turismo sostenibile: le nuove tecnologie possono contribuire positivamente alla transizione verso un turismo più sostenibile, fornendo strumenti e informazioni aggiornate in tempo reale. Ad esempio, le sfide ambientali e di overtourism che molte destinazioni stanno affrontando, potranno trovare risposte più rapide ed efficaci.

Mustafa Suleyman, CEO di Microsoft AI, durante un TED Talk ha parlato di quello che possiamo aspettarci per il futuro prossimo: una AI ubiqua, onnipresente, una realtà dove ogni cosa sarà dotata di un’interfaccia conversazionale per dialogare in modo personalizzato.

Come turisti avremo delle guide che parleranno nella nostra lingua, dei compagni di viaggio per non sentirci soli, dei consiglieri per ottenere il massimo dalle nostre esperienze. Operatori ed enti avranno invece a disposizione un consulente personalizzato 24/7.

Ma quello che stiamo vivendo è solo l’inizio.

Vuoi saperne di più delle applicazioni dell’intelligenza artificiale nel turismo?

Esplora le nostre soluzioni arrow right